Emanuele Lo Cascio Campione del mondo

Venerdì 5, Sabato 6, Domenica 7 Settembre 2009 si son svolti in Olanda i Campionati del Mondo di Subbuteo Calcio da Tavolo. Teatro della manifestazione è stato lo Sportcentrum West di Rotterdam, città che si affaccia sul mare Baltico ed è il più importante porto commerciale d’Europa ed il terzo al Mondo. Il venerdì è stato il giorno del sorteggio dei gironi relativi alle diverse categorie, alla presenza del board Internazionale e di numerosi spettatori. Per vedere le prime partite si è dovuto attendere sino alla mattina del sabato, giorno dedicato alle competizioni individuali, protrattesi per oltre dieci ore, sino all’assegnazione dei sei titoli il palio. Sicilia protagonista grazie ad Emanuele Lo Cascio che, a soli 13 anni, compie l’impresa di conquistare il titolo mondiale nella categoria Under 15 , alla quale è approdato per la prima volta quest’anno. Mai nessun ragazzo italiano aveva conquistato il titolo Individuale in questa categoria. Questo fa doppiamente onore al piccolo giocatore bagherese, che si è trovato al cospetto di giocatori di grande livello internazionale affrontandoli con impegno, professionalità e soprattutto grande “fair play”. Derby italiano in finale per Emanuele che si è trovato di fronte il perugino Andrea Manganello con il quale è riuscito nella grande impresa di rimontare da 0-2 a 3-2 in suo favore. Il match cruciale per l’impresa di Lo Cascio è stata però la semifinale contro il tedesco Kwiatowski , favorito numero uno per la vittoria, nella quale il giocatore siciliano è riuscito a prevalere sull’avversario con un secco 2-0. Emanuele ha iniziato la sua carriera agonistica nel 2006 e ad oggi può già vantare due titoli mondiali a squadre nella categoria under 12 ( nel 2007 a Les Herbiers(Nantes) e nel 2008 a Vienna) ed appunto il titolo mondiale individuale categoria under15 ed il bis nella categoria under 15 a squadre conseguito la domenica. Le agguerrite ragazze siciliane presenti nella categoria Ladies , Giuditta Lo Cascio ed Eleonora Buttitta, si fermano ai quarti di finale nel torneo individuale, giocando alla pari con le ben più esperte giocatrici francesi e belghe. Per loro però la rivincita arriva domenica con la seconda piazza della categoria a squadre, superate solo in finale dalla nazionale belga. A chiudere la truppa siciliana il bagherese Ciccio Lo Presti che, convocato in extremis nella squadra Under 19, ha messo in campo tutto l’impegno e la passione possibile. Un’esperienza meravigliosa e di grandissimo valore, pur se la squadra azzurra non è riuscita nemmeno a superare il girone eliminatorio. Festa grandissima a fine competizioni per Emanuele Lo Cascio, il Presidente della Federazione Enrico Corso, nonostante la sua flemma e diplomazia internazionale, non riesce a non commuoversi abbracciando Emanuele. E’ il meritato riconoscimento – riporta il dott. Corso – per il giovane giocatore che in questi tre anni di attività agonistica è stato costante nell’impegno, caparbio nell’attività agonistica ma sempre nel corretto rispetto dell’avversario ed animato da una infinita passione del Subbuteo. (articolo di giuseppe Lo Cascio)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *